Distorsione della caviglia

26.05.2021

Il trattamento chirurgico dell’instabilità della caviglia:

La maggior parte degli autori ritiene che la distorsione della caviglia debba essere trattata di prima intenzione in modo conservativa anche nei fenomeni più gravi. La chirurgia è limitata al 10% di pazienti che rimane, al termine del trattamento incruento, con un’instabilità cronica. Le tecniche chirurgiche sono molteplici e dipendono dall’esperienza dell’operatore. 
L’obiettivo e quello di ricostituire la funzione legamentare, stabilizzando la caviglia.

Si riconoscono 2 modalità chirurgiche: la prima detta ripartiva raccoglie tutte le tecniche che hanno come obiettivo quello di utilizzare i tessuti restanti per riparare il o i legamenti insufficienti, eventualmente aumentandoli con dei tessuti locali (aponevrosi muscolare, periosto, sostituti ,…); la seconda detta invece ricostruttiva mira a sostituire il legamento insufficiente con un tessuto supplementare come tendini autologhi o omologhi. In queste tecniche si sfrutta un trapianto prelevato localmente (caviglia o polpaccio) oppure a distanza (ginocchio) per ricostruire il o i legamenti. Evidentemente queste tecniche si dedicano alle situazioni in cui le strutture legamentari sono più che insufficienti, addirittura inesistenti.

Il programma riabilitativo postoperatorio è specifico alla tecnica ma in generale per la tecnica Bröstrom-Gould si propone un’immobilizzazione di 4-6 sett in un tutore esterno, la prima metà in carico parziale poi si raggiunge il carico completo.

Dopo l’allontanamento del tutore protettivo si intensifica il programma riabilitativo allo scopo di completare la mobilità articolare, recuperare la forza muscolare e infine la coordinazione o propriocezione pilastri fondamentali per accedere alle attività più complesse e sportive.

Queste tecniche terapeutiche sono proposte dai chirurghi del team del piede.

Team del piede
Dr. Andrea Ferrero
Dr. Stefano Lafranchi
Dr. Markus Müller

A proposito di

Dr. med. Andrea Ferrero

Specialista in Chirurgia ortopedica e Traumatologia dell'apparato locomotore, membro FMH

Dr. med. Stefano Lafranchi

Specialista in Chirurgia ortopedica e Traumatologia dell’apparato locomotore, membro FMH

Dr. med. Markus Müller

Specialista in Chirurgia ortopedica e Traumatologia dell’apparato locomotore, membro FMH