Fisioterapia

Cos’è la fisioterapia?

A volte chiamata anche “terapia fisica”, la fisioterapia mira a migliorare o a ripristinare il funzionamento e la capacità di movimento del corpo tramite allenamenti ed esercizi mirati, nonché l’uso di trattamenti non invasivi (ad es. ultrasuoni, massaggi, impacchi a caldo). Prima dell’inizio di ogni trattamento, il terapeuta conduce un esame fisioterapico dettagliato. Il trattamento viene quindi messo a punto in modo tale da adattarsi in maniera ottimale alle condizioni individuali del paziente, con i seguenti obiettivi:

Comprendere il funzionamento del corpoe migliorare la percezione delle risorse ma anche degli errori (ad es. postura scorretta, sollecitazioni scorrette, scarsa forma fisica) 

Attivare la naturale reazione curativa dell’organismo (ad es. sviluppo muscolare, apprendimento motorio, stimolazione del metabolismo) 

Incoraggiare la capacità di gestire il proprio corpo in autonomia

I fisioterapisti sono degli esperti in materia di disfunzioni e dolori fisici. Questa disciplina indipendente della medicina convenzionale costituisce parte delle cure mediche di base. Gli obiettivi quotidiani dei trattamenti fisioterapici sono aiutare il paziente ad essere fisicamente autonomo e a mantenersi, o rimettersi, in buona salute, con l’obiettivo ultimo di migliorare la qualità della vita del paziente. A tal fine, i fisioterapisti lavorano sul rafforzamento delle diverse funzionalità fisiche (come alzarsi, camminare, salire le scale, correre), rendendo mobili le articolazioni rigide e alleviando i dolori.

Tipi di malattie

In linea di principio, è possibile affermare che ogni malattia dell’apparato locomotore può essere trattata con la fisioterapia. Ecco alcuni esempi:

-        Lesioni e riabilitazione

Che si tratti di un infortunio, di un’operazione o di lesioni legate all’attività sportiva, la fisioterapia può favorire la guarigione di tendini, legamenti, ossa e muscoli. Con l’aiuto del fisioterapista, l’apparato locomotorepuò spesso tornare al suo normale funzionamento.

-        Dolori cervicali e dorsali 

Molte persone soffrono di tensioni alla schiena o al collo, a loro volta causa di cefalee tensive. I trattamenti fisioterapici possono agire specificamente su questi dolori e contribuire, a lungo termine, a risolverli. La fisioterapia può fornire aiuto anche in caso di dolori causati da lombalgia o ernia del disco. In molti casi è utile anche una consultazione in materia di ergonomia sul posto di lavoro.

-        Disturbi legati all’età 

Il fisioterapista è specializzato nei trattamenti mirati ad alleviare i disturbi connessi ad artrosi, reumatismi, vertigini, acufene e andatura instabile. Può quindi aiutare molto il paziente consentendogli, ad esempio, di evitare le cadute e di migliorare significativamente la sua mobilità. 

-        Gravidanza e bambini

La gravidanza si accompagna spesso a problematiche molteplici che la fisioterapia è in grado di alleviare, quali i dolori alla schiena e all’inguine. Altre applicazioni possibili sono gli esercizi di preparazione al parto o di riabilitazione pelvica e perineale. Inoltre, la fisioterapia può migliorare lo sviluppo del bambino in caso di disturbi legati a una postura scorretta o a problemi dell’apparato locomotore.

-        Burnout e stress

Impegni complessi e carichi di lavoro importanti possono provocare tensioni, dolore e disturbi psicosomatici. La fisioterapia si rivela in molti casi un ottimo alleato all’assistenza psicologica. Massaggi, esercizi per rilassarsi e combattere lo stress, si dimostrano spesso efficaci, come è stato ben documentato a livello scientifico.